Il Tartufo di Acerno - Ristorante, Pizzeria
dal 1956... oltre mezzo secolo di storia
Acerno e dintorni

stemma acernoSuperficie: 72,36 Kmq, Altezza s.l.m.: 727 mt,Abitanti: 2.876, Densità: 39,75 ab./Kmq

Storia

Il toponimo, citato nel Catalogus Baronum, corrisponde all'aggettivo latino ACERNUS, che a sua volta è collegato al sostantivo ACER 'acero'. Le origini dell'attuale abitato sfumano nella leggenda: si ipotizza che gli abitanti della campana PICENTIA, che i romani rasero al suolo dopo la seconda guerra punica perché alleata di Annibale, si siano rifugiati anche sul massiccio del Cervialto, dell'Accellica e del Polveracchio, dando vita ad un insediamento. Sede vescovile fino al 1818, il borgo appartenne a molte famiglie, fra cui ricordiamo i De Tarrascone, i Fusco, i Colonna, i Pisanello, i D'Aquino e i Mascara, che lo tennero con il titolo di marchesi. Il terremoto del 1980 ha profondamente minato il patrimonio architettonico del comune, radendo al suolo tutte le chiese, eccezion fatta per quella intitolata alla Madonna delle Grazie. A nord-ovest dell'attuale abitato si ergono i ruderi dell'antica Acerno.

 
Centro di montagna risalente, secondo la tradizione, ad epoca antica, la cui popolazione trae sostentamento dalle attivit√† rurali, da alcune piccole e medie imprese industriali nonch√© dal promettente avvio del terziario. La comunit√† degli acernesi, il cui indice di vecchiaia √® inferiore alla media, vive prevalentemente concentrata nel capoluogo comunale, che attraversa una fase di sensibile espansione edilizia. Il profilo geometrico del territorio comunale √® vario e irregolare: elemento caratterizzante del paesaggio √® la mole del monte Polveracchio, coperto da una rigogliosa vegetazione di boschi cedui e ad alto fusto, oltre che da ampi pascoli e zone incolte; nell'ameno pianoro su cui √® adagiato l'abitato si sviluppano per lo pi√Ļ i seminativi alternati alla minuta boscaglia. Il comune, caratterizzato dall'alternanza di estati fresche e inverni piuttosto rigidi, racchiude inoltre uno dei bacini idrografici pi√Ļ importanti della regione, le cui acque arrivano fino a Salerno e a Pompei. Sullo sfondo argenteo dello stemma comunale, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica, √® raffigurata una vergine su una verde campagna, con una corona d'oro e una clamide azzurra; la giovinetta sostiene con la mano destra una lancia e con la sinistra una testa di cervo. ¬†

Luoghi d'interesse

Grotta degli Angeli
Grotta Strazzatrippa
Grotta Acquapreta
Grotta Francesco Raso
Grotta del Bosco di San Lorenzo
Grava di Marino Freda


Eventi

Festa  della Fragolata
Nel mese di Luglio, ad Acerno viene organizzata la festa della fragolata.

La programmazione è ricca d'iniziative e spettacoli che hanno l'obiettiva di rendere piacevole e interessante il soggiorno nel luogo.
Trenta espositori, un escursione in fuoristrada con possibilit√† di raccogliere i "rubini di Acerno", spettacoli di musica popolare e un'area divertimento per i pi√Ļ piccoli.


Sagra della castagna

Per la valorizzazione della castagna di Acerno, che attende a breve il disciplinare DOP, ogni anno nella 2ª domenica di novembre, l'Associazione Pro-Loco di Acerno organizza la 36ª edizione della "Sagra della Castagna e dei prodotti del sottobosco".


Festa della montagna

22/23 settembre 2012
La festa, giunta alla sua quattordicesima edizione, è un'occasione per degustare i piatti tipici della tradizione Acernese e rivivere, in uno scenario suggestivo, i mestieri di un tempo.

Programma


Sabato 22 settembre 
15,30 "Itinerari nel verde" escursione guidata al "Parco Archeologia Industriale - Antica Cartiera di Acerno" sentiero CAI 110 a cura dell'Associazione AgapeTel. 333 2400202 
16,00 GIOCHI MONTANARI (via Rimembranza): Palo della Cuccagna, Tiro alla Fune, L'acchiappa gallina 
18,00 Apertura stand (Parco Colonia Montana e via Duomo) 
19,00 "Sfilata folcloristica" - (vie cittadine) 
21,00 Spettacolo Folkloristico (Piazza D'Aste) 

Domenica 23 settembre 
9,00 "Itinerari nel verde" escursione guidata al "Sentiero delle acque" a cura dell'Associazione Agape Tel. 333 2400202 
10,00 "I mestieri della montagna" (Parco Colonia Montana): Il Pastore, La Quagliata, Il Carbonaio, Il Permeavano 
10,15 Apertura stand - (Parco Colonia Montana e via Duomo) 
10,30 "Gara dei Boscaioli "- (Parco Colonia Montana) 
12,30 Sfilata dei muli - (vie cittadine) 
15,00 "Gara dei Muli" - (via Rimembranza) 
19,00 Torneo di Morra 
19,00 "Sfilata folcloristica" - (vie cittadine) 
21,00 Spettacolo fOlkloristico (Piazza D'Aste)

Il Tartufo
Ristorante - Pizzeria

Privacy policy   |   Note legali
Info e Prenotazioni

Via Duomo 45
84083 Acerno (Sa) tel +39 (0)89 869054
info@iltartufodiacerno.it
Per seguire e condividere
pensieri, intenti, notizie...

Privacy policy
Il D.lgs n. 196 del 30 giugno 2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali) prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Il sito raggiungibile all'indirizzo www.iltartufodiacerno.it, rispetta la normativa nazionale sulla privacy e utilizza le procedure adeguate a ottemperare ai requisiti di tali leggi.
Secondo la normativa indicata, tale trattamento è improntato ai principi di correttezza, liceità, trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti. Ai sensi dell'articolo 13 del D.lgs n.196/2003, informiamo che:
- I dati forniti verranno trattati allo scopo di fornire informazioni e/o inviare comunicazioni relative ai servizi richiesti.
- Il trattamento sarà effettuato con mezzi informatici, anche attraverso la rete Internet.
- Il conferimento dei dati è facoltativo, ma un eventuale rifiuto di fornirli determina l'impossibilità di usufruire di alcune funzionalità del sito web.
- I dati non saranno comunicati ad altri soggetti, nè saranno oggetto di diffusione.
- Titolare del trattamento è Sergio Di Lascio Via Duomo 45 - 84083 Acerno (Sa)
In ogni momento sarà possibile esercitare i propri diritti nei confronti del titolare del trattamento, ai sensi dell'art.7 del D.lgs.196/2003.
Note legali
Il presente sito (tutti i diritti d'autore e ogni altro diritto sulla proprietà intellettuale correlati) appartiene a Sergio Di Lascio o a coloro che ne abbiano fornito il contenuto. E' consentito accedere al sito e stampare copia del contenuto a comprova della propria visita. Non è consentito nessun altro utilizzo del sito senza il preventivo consenso scritto di Sergio Di Lascio, ivi inclusi quegli utilizzi che consistano in modificazioni, pubblicazioni, trasmissioni, realizzazioni di operazioni derivate, incorporazione in un altro sito o riproduzione del sito o del suo contenuto (anche mediante link, frame od ogni altro mezzo). L'accesso a questo sito non dovrà essere inteso, per presunzione, in via d'eccezione o diversamente, come concessione di una licenza o diritto d'uso dei marchi che appaiono sul sito, salvo il preventivo consenso scritto di Sergio Di Lascio o dei terzi titolari degli altri marchi. Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito e all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale da questo sito. Pertanto Sergio Di Lascio non sarà tenuto per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato.